Il Mare International Bookshop

Carrello

Il tuo carrello è vuoto

facebook
Facciamo amicizia?
vacanze ordini sito

7 giorni

Cucina del Sud

aspetti significativi della cucina popolare campana, pugliese, lucana, calabrese e siciliana

di Cretì Giorgio

200 pagine ISBN: 978888349011
Anno di pubblicazione: 2000

Il libro può essere considerato un viaggio appassionato nella tradizione italiana più direttamente permeata di cultura mediterranea. Di quella cultura che ha generato la dieta ormai da trent`anni presa ad esempio da molti dietisti mondiali per il suo basso livello di grassi saturi e di colesterolo, alti livelli di carboidrati complessi e fibre e che utilizza l`olio d`oliva come maggiore sorgente di lipidi. Dieta che ancora oggi è ritenuta l`unica in grado di difenderci dalle malattie tipiche della "civilizzazione".E chiaro, tuttavia, che l`argomento non può essere esaurito in così poche pagine; qui si è voluto soltanto mettere in rilievo gli aspetti più significativi della cucina di quella parte d`Italia costituita dalle regioni Campania, Puglia, Lucania, Calabria e Sicilia, quelle che grosso modo corrispondono al territorio degli antichi regni di Napoli e di Sicilia poi diventati regno delle Due Sicilie sotto Alfonso d`Aragona.Su queste regioni sono passati tanti dominatori: i Greci, i Romani, i Bizantini, i Longobardi, i Normanni, gli Angioini, gli Aragonesi, i Borboni e ... i Savoia. Dal punto di vista delle abitudini alimentari, tutti lasciarono qualcosa della loro cultura e questo qualcosa entrò nel patrimonio delle popolazioni sottomesse. I Greci lasciarono l`uso delle olive verdi, quello della ricotta, del miele e del vino; dei Romani sono rimaste la purea di fave, le seppie ripiene, le cipolle al forno; i Bizantini lasciarono l`uso delle spezie d`Oriente; gli Arabi, oltre a portare le tecniche della pasta secca, introdussero la coltura della canna da zucchero e con la neve dell`Etna e la frutta siciliana inventarono i sorbetti, l`uso dell`anice e portarono nuove spezie come la cannella e lo zafferano; lasciarono, gli Arabi, il cuscus; i Normanni oltre a costruire grandi opere d`arte, portarono le aringhe affumicate ed il baccalà bagnato nel latte; con Spagnoli e Francesi si affermò la doppia cultura gastronomica dei ricchi e dei poveri.

Lo trovi in: LIBRI > GASTRONOMIA


Sharing



Se hai scelto questo articolo allora sei interessato anche a:

Stokkfisk venuto dal gelo
Stokkfisk venuto dal gelo

Sarica Antonino

Aggiungi al carrello

euro 12.00

48 ore
Acciuga regina
Acciuga regina

Marchese Salvatore

Aggiungi al carrello

euro 17.50

48 ore
Cucina di Ponza
Cucina di Ponza

Mazzella Silverio, Di Meglio Pina, Mazzella Gennaro

Aggiungi al carrello

euro 15.00

48 ore


patente nautica
Manutenzione della barca
carte nautiche
Istituto idrografico della marina carte nautiche
Carte nautiche ammiragliato britannico
Shom carte nautiche
Imray carte nautiche
-
il marinaio e il monaco
-
marineria dell'elba vanagolli