Giallo di Capo Bon

i retroscena inediti di un cumulo di errori; l'affondamento degli incrociatori “ Da Barbiano” e di Giussano”

Giallo di Capo Bon

i retroscena inediti di un cumulo di errori; l'affondamento degli incrociatori “ Da Barbiano” e di Giussano”

Mattesini Francesco


  • Disponibile in 7 giorni
  • Possibilità di reso entro 10 giorni lavorativi
  • Transazione sicura con carta di credito, Paypal o bonifico bancario
  • Spedizione tracciata con SDA

€ 28,00
La battaglia di Capo Bon avvenne nelle prime ore della notte del 13 dicembre 1941 al largo di Capo Bon, penisola all'estremità settentrionale della Tunisia. Lo scontro si svolse tra una formazione di due incrociatori leggeri italiani, il Da Barbiano e il Di Giussano, scortati dalla torpediniera Cigno, salpati da Palermo al comando dell'ammiraglio Antonino Toscano, e una flottiglia di quattro cacciatorpediniere, Sikh, Maori, Legion e Isaac Sweers, salpati da Gibilterra. Questa si stava ricongiungendo alla Flotta britannica del Mediterraneo, ad Alessandria, con il compito di partecipare la giornata successiva alla ricerca e attacco nel Mare Ionio ad un importante convoglio italiano diretto a Tripoli, i cui movimenti erano stati scoperti dall'organizzazione crittografica britannica ULTRA. Per l'importanza di tale missione, l'ordine era di non impegnarsi con unità avversarie eventualmente incontrate lungo la rotta.
Ean / Isbn
978889964898
Pagine
220
Data pubblicazione
20/09/2021